BIBLIOTECA MARIO VIGLIETTI

Visualizzazione normale Vista MARC

Caro bullo ti scrivo... : lettera a un ragazzo violento da un ex ragazzo violento / Raffaele Mantegazza.

Per: Mantegazza, Raffaele [aut].
Tipo materiale: materialTypeLabelLibroEditore: Milano ; Udine : Mimesis, 2020Descrizione: 112 p. ; 21 cm.ISBN: 9788857566214.Titoli uniformi: Caro bullo ti scrivo... Soggetto(i): BULLISMOClassificazione Dewey: 302.343 Breve descrizione: Un adulto si rivolge a un bullo adolescente raccontando la sua storia di ex bullo, i rimorsi che hanno caratterizzato la sua vita, le motivazioni che lo hanno portato ad agire in un certo modo, il perdono e l'irreversibilità delle azioni umane. Un libro che può essere letto da ragazzi (bulli, vittime o né gli uni né le altre) o da tutti gli adulti che hanno responsabilità educative. Un libro per capire un fenomeno che è antico quanto la violenza e la sopraffazione del forte sul debole ma che, come queste, non è scontato e soprattutto può essere affrontato. In che modo? Ricercandone le ragioni, senza confondere vittima e carnefice, ma anche senza cristallizzare entrambi nei loro ruoli e, soprattutto, realizzando che è la gioventù ad avvalorare il cambiamento, l'autocritica, la redenzione.
Tag da questa biblioteca: Nessun tag per questo titolo da questa biblioteca.
    punteggio medio: 0.0 (0 voti)
Tipo di copia Locazione corrente Segnatura Status Note Data di restituzione
Libro Libro Fondo IUSTO
EDU.952 Disponibile Sala consultazione

Un adulto si rivolge a un bullo adolescente raccontando la sua storia di ex bullo, i rimorsi che hanno caratterizzato la sua vita, le motivazioni che lo hanno portato ad agire in un certo modo, il perdono e l'irreversibilità delle azioni umane. Un libro che può essere letto da ragazzi (bulli, vittime o né gli uni né le altre) o da tutti gli adulti che hanno responsabilità educative. Un libro per capire un fenomeno che è antico quanto la violenza e la sopraffazione del forte sul debole ma che, come queste, non è scontato e soprattutto può essere affrontato. In che modo? Ricercandone le ragioni, senza confondere vittima e carnefice, ma anche senza cristallizzare entrambi nei loro ruoli e, soprattutto, realizzando che è la gioventù ad avvalorare il cambiamento, l'autocritica, la redenzione.

Non ci sono commenti.

Accedi al tuo account per inserire un commento.

© 2023 IUSTO - Istituto Universitario Salesiano Torino Rebaudengo

Contatti:
  • Email
  • Instagram
  • Facebook
  • Gestito con Koha